banner-fiera-innova 
FilieraCorta Banner
medpaths banner
bannerino-youtube
banner-concorso-sito
filieraCorta
fieramercatoLogo saporiDaFavolaLogo

Cooperazione Leader 2007/2013

banner territori
logo gast
logo itinerari
banner rete di eccellenza

Ultime Notizie







 logo-molise logo-leader 
ministerodelle-pèolitiche-agricole
  bandiera-europa

Leader+

Leader+ Piano di sviluppo locale

Consulta il documento completo in formato PDF del Piano di sviluppo locale “Un nuovo inizio nella qualità” per l’area Basso Molise – Fortore

Schede di misa e azioni "Un nuovo inizio per la qualità"
Bando per la selezioni dei Piani di Sviluppo Locale

L’obiettivo generale al quale si ispira il PSL “Un nuovo inizio nella qualità” può essere racchiuso all’interno del seguente concetto: “rendere competitivo e attraente il territorio attraverso un approccio orizzontale in grado di integrare le risorse e le potenzialità, soprattutto quelle riguardanti le produzioni agroalimentari di qualità e il sistema di ospitalità (prevalentemente microricettività), e generare un processo di qualificazione dell’offerta connotato prevalentemente da requisiti di autenticità e sostenibilità”.

Il PSL è articolato in misure/azione rivolte principalmente agli operatori economici dell’area,alle Associazioni culturali, ai giovani disoccupati e agli enti pubblici. L’attuazione prevede la pubblicazione di bandi pubblici per accedere ai finanziamenti e ai corsi di formazione previsti.

Le azioni principali che saranno attuate sono di seguito riassunte.

Azione 1.2.1 Progetto “Valli naturali”.
L’azione prevede contributi in conto capitale per la costituzione di una Associazione volontaria di produttori e trasformatori, operanti sul territorio dell’area Leader, che intendono sviluppare le filiere agroalimentari di tipo biologico e/o di carattere tradizionale e tipico di qualità.

Azione 1.2.2 “Formazione mirata agli operatori impegnati nelle produzioni biologiche, ecocompatibili e di elevata qualità”.
L’azione prevede l’attuazione di un percorso formativo rivolto a tutti gli operatori interessati a rafforzare conoscenze e metodi.in materia di:
Tecniche di produzione e coltivazione biologica e tipica tradizionale;
Gestione dei processi di trasformazione delle materie prime biologiche e tipiche tradizionali;
Metodi per l’acquisizione della certificazione di qualità, della certificazione ambientale e per il conseguimento della conformità ai criteri di eco condizionalità o condizionalità ecologica (cross-compliance);
Criteri e processi organizzativi per assicurare l’acquisizione dei parametri volontari di “rintracciabilità” e “tracciabilità” anche secondo il Reg. CE 178/02;
Elementi fondamentali della contabilità ambientale in azienda.

Azione 1.2.3 - Progetti Pilota “Poli del benessere e della salute”
La presente azione prevede contributi in conto capitale ad aziende turistiche e della ristorazione per la realizzazione di progetti pilota, basati sulla messa a punto di un’offerta di nicchia riguardante “pacchetti vacanza benessere e salute”.

Azione 1.2.4 “Fattorie didattiche”.
L’Azione prevede contributi in conto capitale ad aziende agricole e di turismo rurale per la realizzazione di progetti pilota finalizzati alla messa a punto di strutture e servizi esclusivamente dedicati a funzioni didattiche, informative e divulgative, a scopo turistico – ricettivo.

Azione 1.2.5 “Creazione e sviluppo di giacimenti gastronomici e sostegno a relative strutture di ospitalità di eccellenza:
progetto - Sapori da favola”.

La presente azione prevede contributi in conto capitale ad imprese operanti nel settore del ristorazione al fine di promuovere la costituzione, nell’area Leader, di “piccoli giacimenti del gusto”, ovvero giacimenti gastronomici, che andranno a costituire una rete (“Sapori da favola) caratterizzata da un marchio unico e un marketing associato.

Azione 1.2.6 “Formazione mirata per operatori dell’ospitalità”.
L’azione prevede l’attuazione di un percorso formativo finalizzato a migliorare le prestazioni legate all’accoglienza e all’ospitalità. In particolare saranno trattati i seguenti temi: marketing turistico, tecniche e metodologie di accoglienza, organizzazione aziendale, gestione economica e finanziaria d’impresa, conoscenza dell’atlante delle produzioni tipiche e di valore locale, tecniche enogastronomiche e valorizzazione della cucina tradizionale, promozione e comunicazione mediante internet.

Azione 1.2.7 “Sostegno allo sviluppo di progetti pilota per allevamenti di animali e coltivazioni tipiche”.
L’azione è volta a promuovere, attraverso contributi in conto capitale ad aziende agricole, l’allevamento di specie di animali ormai rare o completamente scomparse dal sistema agro zootecnico dell’area Leader+ e la coltivazione di cultivar tipiche e/o tradizionali che storicamente venivano praticate e che ora risultano dismesse e/o estremamente sottodimensionate.

Azione 1.2.8 “Programma di valorizzazione e commercializzazione dell’offerta territoriale integrata”.
L’azione è finalizzata a sostenere, attraverso contributi in conto capitale ad organismi collettivi, la messa a punto e la gestione di un programma di valorizzazione e commercializzazione dell’offerta territoriale integrata, ovvero lo sviluppo di azioni combinate ed integrate fra di loro per promuovere le produzioni, soprattutto agroalimentari, tipiche e di qualità e l’ospitalità turistica del territorio Leader +.

Azione 1.2.9 “Formazione di “Animatori di villaggio”.
L’azione prevede l’attuazione di un programma formativo, rivolto ai giovani disoccupati dell’area Leader+ “Basso Molise-Fortore”, finalizzato alla creazione della figura professionale “Animatore di villaggio”
La figura professionale di “Animatore di villaggio”, pertanto, risulterà funzionale alla strategia complessiva del presente PSL e l’iniziativa consentirà di mobilitare risorse nuove attorno ai temi dello sviluppo rurale.

Azione 1.2.10 “Sviluppo di reti di ospitalità di eccellenza nei Centri storici dell’area Leader+”.
La presente azione prevede contributi in conto capitale a Amministrazioni comunali dell’area Leader+ per la realizzazione di Studi di fattibilità finalizzati a sviluppare reti di ospitalità turistica di eccellenza nei relativi Centri storici. La rete di ospitalità turistica di eccellenza dovrà essere basata sui seguenti aspetti:
prevedere un sistema di ricettività diffuso nel centro storico a partire dal recupero di immobili di architettura storica e tradizionale locale e concepito secondo una metodologia di intervento unitaria e coordinata, allo scopo di determinare sostanzialmente un “albergo diffuso”;
determinare un numero di posti letto adeguato e giustificabile dal punto di vista della sostenibilità degli investimenti e della gestione tecnica economica;
collegare il sistema di ospitalità ai fattori attrattivi locali quali, ad esempio non esaustivo: le produzioni tipiche e di qualità; l’escursionismo; la fruizione dei beni storico culturali e ambientali; la valorizzazione dell’identità e della tradizione locale.

Azione 1.4.1 “Valorizzazione delle tradizioni etno musicali locali e loro promozione all’interno e all’esterno dell’area”.
L’azione prevede contributi in conto capitale ad Associazioni culturali per la realizzazione un “programma” finalizzato alla valorizzazione della cultura e della tradizione etno-musicale locale.

Il “programma” dovrà prevedere attività di:
ricerca ed individuazione di realtà alloglotte e forme espressive e di comunicazione musicale locali e loro catalogazione;
studio e realizzazione di CD audio, contenenti materiali inediti e i risultati delle ricerche etno-musicali compiute;
iniziative di divulgazione culturale presso le scuole e le istituzioni formative dell’area basate sulla conoscenza della musica etnica mediante l’uso della voce e degli strumenti musicali specifici;
ricerca e catalogazione degli strumenti musicali storici e creazione di un laboratorio sperimentale per la loro produzione;
creazione di n.2 eventi – rassegne musicali nell’area;
creazione di un sito web specifico per l’accesso e la diffusione del patrimonio etno-musicale dell’area.

Azione 1.4.2 “Verso la qualità totale della Pubblica Amministrazione locale”.
L’azione è volta a promuovere, presso la Pubblica Amministrazione locale dell’area Leader+ (Comuni e Comunità Montane), un percorso (volontario) per migliorare, attraverso il conseguimento di diversi parametri qualitativi, il livello dei servizi ai cittadini, i fattori di e-government e la capacità degli enti stessi di assolvere ad un ruolo strategico nelle dinamiche di sviluppo territoriale e socio economico.

L’azione, quindi, è finalizzata a diffondere, tramite un programma formativo, la cultura della qualità ed assistere gli enti interessati nella fase di start up per l’avvio dei processi che nel tempo potranno far conseguire le specifiche certificazioni europee e internazionali.

Azione 1.4.3 “Aiuti per il rafforzamento e lo sviluppo delle attività economiche e dei servizi di prossimità nei borghi e nei centri storici.
L’azione prevede contributi in conto capitale ad imprese operanti nell’aria che intendono realizzare interventi mirati di ristrutturazione, riqualificazione, ammodernamento e nuova creazione di micro attività economiche di vendita di beni e servizi all’interno dei centri storici al fine di implementare l’offerta complessiva del territorio in collegamento con gli interventi di crescita e riqualificazione previsti all’interno della precedente misura 1.2

GAL Innovaplus. Piazza Duomo, 44, presso il Palazzo Ducale. 86035 - Larino - CB

P. IVA:01493670705 | Posta Certificata:: innovaplus@pcert.postecert.it